• Un été sur la Riviera italienne. Un professeur d'une trentaine d'années rejoint pour les vacances Doro, un ami de jeunesse marié depuis peu. Durant ce séjour ligure où le soleil contraint aux temps longs de l'ennui et de la contemplation, il ne cessera - depuis sa solitude - d'observer le couple se mouvoir.

    Un bref roman de Cesare Pavese, maître de la littérature italienne et plume inconsolée du Métier de vivre et de Travailler fatigue.

  • Cesare Pavese (1908-1950) est l'une des figures les plus importantes de la littérature italienne du XXe siècle. S'il est d'abord connu, notamment en France, pour son oeuvre romanesque (Le bel été, La Lune et les Feux) ainsi que son célèbre journal (Le Métier de vivre) son ambition fut d'abord d'être poète. Le premier ouvrage qu'il publia en 1936 fut ainsi un recueil de poésie, Lavorare stanca (Travailler use), que lui-même considéra rétrospectivement comme l'une de ses oeuvres les plus abouties. Il conserva, parallèlement à sa production en prose, une activité poétique tout au long de sa vie.

  • Dialoghi con Leucò

    Cesare Pavese

    In 27 racconti brevi dialogano le più importanti figure mitiche dell'antica Grecia. Parlano di ciò che a Pavese è più caro, parlano di amore, poesia e destino. Lo fanno con malinconia, rassegnazione e ineluttabilità, caricando i vari episodi di un lirismo crepuscolare, di un'atmosfera nostalgica, antica, classica, vicina all'infanzia, vicina all'origine del mondo - d'altronde, cos'è il mito se non la prima menzogna che ci siamo raccontati per consolarci della realtà?



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura italiana del Novecento, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale socialmente impegnato, tra le sue opere ricordiamo 'La luna e i falò', 'La bella estate' (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), 'Dialoghi con Leucò' e 'La casa in collina'.

  • 'An astonishing portrait of an innocent on the verge of discovering the cruelties of love... an inimitable read.. there are whispers here of the future work of Elena Ferrante'
    Elizabeth Strout, from the introduction
    'Life was a perpetual holiday in those days...'Italy, 1930s. It's the height of summer and sixteen-year-old Ginia is desperate for adventure. So begins a fateful friendship with Amelia, a stylish and sophisticated artist's model who envelops her in a dazzling new world of bohemian artists and intoxicating freedom. Under the spell of her new friends, Ginia soon falls in love with Guido, an enigmatic young painter. It's the start of a desperate love affair, charged with false hope and overwhelming passion - destined to last no longer than the course of a summer.The Beautiful Summer is a gorgeous coming-of-age tale of lost innocence and first love, by one of Italy's greatest writers.'Pavese, to me, is a constant source of inspiration' Jhumpa Lahiri
    'One of the few essential novelists of the mid-twentieth century' Susan Sontag
    '[Pavese writes books of] extraordinary depth where one never stops finding new levels, new meaning' Italo Calvino

  • La vita di Ginia, una giovane apprendista sarta, cambia drasticamente con l'incontro di Amelia. È proprio quest'ultima, infatti, a introdurre Ginia nell'ambiente bohemien della Torino degli anni quaranta. La giovane entrerà quindi in contatto con tutto quel mondo di artisti perdigiorno e squattrinati che si incontrano nei caffé e vivono nelle soffitte, e ne verrà risucchiata. Conoscerà anche il pittore Guido, una figura carismatica ma controversa che segnerà un passaggio fondamentale nella vita di Ginia, ormai prossima alla fine della della sua adolescenza, alla fine della sua Bella Estate.

    Questa novella, inizialmente contenuta nell'omonima raccolta insieme a "Il diavolo sulle colline" e a "Tra donne sole", trasporterà il lettore in un'epoca nostalgica e senza tempo, un mondo lontano dove le persone ancora si incontravano nei caffé e parlavano di arte. Un testo di formazione, che raffigura la crescita personale e il disincanto tipico del passaggio alla vita adulta.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato uno scrittore e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura del Bel Paese, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo "La luna e i falò", "La bella estate" (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), "Dialoghi con Leucò", "La casa in collina".

  • A chi non è mai successo di stare sveglio, la notte, con qualche amico, a parlare di tutto e di niente, fuori dalle osterie, dal cinema, per le vie e le strade sterrate di campagna, sotto la luna, nei silenzi dei campi coltivati e nei rumori di sottofondo della città?
    Nella campagna Torinese degli anni quaranta, sono tre i ragazzi protagonisti di questa storia meravigliosa. Tre amici inseparabili, che si affacciano alla vita adulta, con tutte le paure, le insicurezze, le gioie e i preconcetti che son tipici di quell'età. Sarà l'incontro con Poli, un giovane con abitudini e esperienze totalmente diverse dalle loro, a movimentare le loro serate estive.

    Originariamente pubblicato come secondo capitolo della raccolta "La bella estate", "Il diavolo sulle colline" racconta la fine della spensieratezza giovanile, le notti estive nelle campagne Torinesi, l'arrivo inevitabile dell'età adulta.
    All'interno della raccolta, vincitrice nel 1950 del Premio Strega, troviamo anche il primo capitolo, "La bella estate" (da cui tutta l'opera prende il nome), e il terzo libro, "Tra donne sole".



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura del Bel Paese, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo "La luna e i falò", "La bella estate" (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), "Dialoghi con Leucò", "La casa in collina".

  • Tra donne sole

    Cesare Pavese

    Anni quaranta. Clelia riesce a tornare da Roma alla sua città natale, Torino. Lì apre un atelier di moda, e ha così modo di affacciarsi, per la prima volta date le sue origini operaie, nel mondo della borghesia torinese. Ma quello che scoprirà sarà diverso da quello che si aspettava. Farà la conoscenza di altre ragazze, che nonostante gli agi e i privilegi, scoprirà essere sole, tragiche, ognuna circondata da un vuoto profondo e prosciugante.

    Un romanzo breve che espone con potenza le ipocrisie e i limiti delle apparenze di una Torino bene, denunciando in un certo senso le fragilità e la crudeltà della società di quegli anni. "Tra donne sole" è il terzo libro contenuto all'interno de "La bella estate", la raccolta di Pavese vincitrice del Premio Strega nel 1950. A completare l'opera ci sono altri due capitoli: "La bella estate", il primo libro che dà il nome a tutta la raccolta, e "Il diavolo sulle colline".



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura del Bel Paese, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo "La luna e i falò", "La bella estate" (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), "Dialoghi con Leucò", "La casa in collina".

  • Il ritorno a casa, alle origini, all'infanzia. Anguilla è tornato a visitare il suo paesino di origine, nelle campagne piemontesi, dopo aver trovato il successo in America. Lì ritrova molte di quelle cose che gli erano mancate: gli odori, i sapori, i paesaggi. Scoprirà con amarezza, però, che sono le persone a esser cambiate. E anche i falò, quei fuochi magici che da bambino caratterizzavano le notti di festa, non sono più gli stessi: con la Seconda Guerra Mondiale appena alle spalle, hanno cambiato anche loro di significato.

    Un romanzo che esplora il ricordo dell'infanzia, la nostalgia del luogo proprio d'origine; ma anche la disillusione, il rimorso e le insicurezze. In questo libro, un classico della letteratura italiana, Pavese modella una realtà dolce e malinconica come i fuochi delle feste estive nelle campagne torinesi.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura del Bel Paese, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo La luna e i falò, La bella estate (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), Dialoghi con Leucò, La casa in collina.

  • Il compagno

    Cesare Pavese

    Quand'è che finisce la giovinezza? Con la fine del primo amore o con l'inizio dell'amore della vita? Pablo di notte va nelle osterie di Torino. Con i suoi amici canta e suona la chitarra, spensierato. Non ha un lavoro, è ancora giovane e non conosce cosa vuol dire essere adulti. Segue come un disperato Linda - Linda, così bella e così libera, così a suo agio tra attori, artisti e scrittori. E lui la segue, la segue di notte dopo l'osteria, la segue nei cinema fumosi e nei teatri affollati del centro. Ma il tempo scorre, e né Linda né Torino possono fermarsi ad aspettarlo: l'estate, purtroppo, è giunta al termine. Per Pablo è tempo di voltare pagina, cambiare città, conoscere gente nuova. Roma è lontana, ma da qualche parte bisogna pur ricominciare.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura italiana del Novecento, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale socialmente impegnato, tra le sue opere ricordiamo 'La luna e i falò', 'La bella estate' (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), 'Dialoghi con Leucò' e 'La casa in collina'.

  • Paesi tuoi

    Cesare Pavese

    Berto e Talino si sono conosciuti in carcere. Tornati in libertà, i due si recano in campagna insieme, a casa dei genitori di Talino. Lì, Berto conoscerà Gisella, la sorella minore dell'ex compagno di carcere.
    È la stagione della mietitura, e i campi e le colline piemontesi accolgono l'estate, piegati sotto il vento caldo di luglio.
    La nascente amicizia tra Berto e Gisella, però, smuoverà i fragili equilibri della campagna, riesumando segreti e orrori di famiglia che si era cercato a lungo di dimenticare.
    Gelosia e violenza, tabù e crimini impuniti - in `Paesi tuoi', Pavese racconta una vivida storia di violenza provinciale, sospesa tra neorealismo novecentesco e mito primitivo.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato uno scrittore e poeta italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura italiana del Novecento, tra le sue opere ricordiamo 'La luna e i falò', 'La bella estate' (per cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), 'Dialoghi con Leucò' e 'La casa in collina'.

  • Feria d'agosto

    Cesare Pavese

    Il mare, la città e la vigna sono i tre luoghi che scandiscono questa raccolta di racconti di Pavese. Ogni novella, frammento o capitolo dell'opera rappresentano un pezzo del viaggio introspettivo nell'animo dell'autore piemontese. Dalla riscoperta dell'io fanciullo ai dolci drammi dell'adolescenza, i personaggi di Pavese accompagnano il lettore alla scoperta di un mondo interiore fatto di sensibilità e curiosità per ogni aspetto della vita.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato uno scrittore e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura italiana, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo "La luna e i falò", "La bella estate" (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), "Dialoghi con Leucò", "La casa in collina".

  • La spiaggia

    Cesare Pavese

    La spiaggia e la collina, la città e la campagna. Amici di vecchia data, amori vuoti, la noia dell'inverno e l'entusiasmo dell'estate, così pura e calda, traboccante di speranza. 'La spiaggia' accarezza tutti i temi cardine della poetica pavesiana. Ci sono due amici che si vedono poco, una gita in compagnia, le chiacchiere davanti a una bottiglia di vino, le feste dei santi patroni, le luci della festa che si accendono e poi malinconicamente spengono-un Novecento italiano in bilico tra il vero e l'immaginato.



    Cesare Pavese (1908-1950) è stato uno scrittore e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura italiana del Novecento, tra le sue opere ricordiamo 'La luna e i falò', 'La bella estate' (per cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), 'Dialoghi con Leucò' e 'La casa in collina'.

  • È in una casa in collina che Corrado, un professore di Torino in preda a una crisi esistenziale, cerca rifugio e sollievo da una città bombardata dalla Seconda Guerra Mondiale. E in un'osteria di campagna, dove la sua solitudine è alleviata dalla compagnia di vecchi amici e vecchi amori. Buon vino, nostalgia di un passato che non è ancora risolto, le colline e la vita rurale piemontese, la guerra sullo sfondo - in questo romanzo Pavese combina magistralmente tutti questi elementi, e il risultato è un classico senza tempo che trasporterà il lettore in un'epoca lontana e intima, pervasa da turbe interiori e dal profumo del fieno di campagna.





    Cesare Pavese (1908-1950) è stato un romanziere e poeta Italiano. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura del Bel Paese, sia per i suoi scritti che per la sua figura di intellettuale attivo socialmente, tra le sue opere ricordiamo La luna e i falò, La bella estate (con cui ha vinto il Premio Strega nel 1950), Dialoghi con Leucò, La casa in collina.

empty